Perchè i disoccupati amano la neve

In questi giorni ha nevicato, un pò dappertutto, ma soprattutto nella grande città. La MIA grande città.

(no, non Londra!)

snow

Da brava bambina che non sono altro, ma anche da brava disoccupata, ho accolto la neve con gioia fanciullesca, e ho passato i miei interminabili minuti a spiare la finestra con un sorriso soddisfatto, e a canticchiare allegramente”let it snow, let it snow let it snow”, anche se il Natale è ormai passato da mesi.

Poi, sono stata fulminata da un pensiero: anche gli altri disoccupati amano la neve, devono amarla per forza! Anche a loro la neve deve mettere di buonumore come me… e ora vi spiego perchè:

1. con la neve tutto diventa più difficile, ma il disoccupato rifiorisce, come un croco nel deserto, come una tenia a cui viene finalmente dato da mangiare: il disoccupato si crogiola negli unici giorni in cui, finalmente, si sente un pò più fortunato degli altri proprio perche NON HA nessun posto dove recarsi per forza! (Alias = lavoro)

Una volta tanto, il disoccupato può poltrire a letto, alzarsi con calma, e uscire solo a scopi ludici, ovvero per fare una passeggiata godendosi la neve, senza smadonnare perchè è di fretta e tutto è rallentato.

Tanto lui, non deve essere da nessuna parte, nessuno lo aspetta, nessuno si incazzerà dandogli del poltrone se non arriverà mai a quell’appuntamento. Non dovrà chiamare nessuno per dire “Sono bloccato nel traffico” o “ho beccato un fosso e non ne esco più”.

A meno che, ovviamente, non sia talmente sfigato da avere un colloquio proprio quel giorno.. ma sappiamo benissimo cche è un evento che accade si e no ogni 50 anni, perciò, il disoccupato medio è sereno.

2. con la neve tutto diventa più divertente: la città si copre di una coltre bianca che fa anche uno “strano rumore” e, se si mette ad ascoltare bene, soprattutto la notte, al disoccupato in vena poetica sembra quasi che il mondo possa essere un posto migliore. Quasi. Per due nanosecondi netti.

Ma gli basta.

snows

3. con la neve, i lavoratori e gli occupati diventano idrofobi. Si scambiano la carogna sulla spalla col disoccupato,m e provano a portarsela un pò addosso: quella rabbia atavica perchè niente va per il verso giusto (poveriiiini…. per uno o due giorni l’anno eh?).

Laddove il disoccupato si rasserena, e prende un ritmo quasi vacanziero, il lavoratore si incarognisce: lui al punto 1 deve sottostare. Si deve alzare, e fa freddo, deve fare colazione in fretta e poi uscire a spalare la neve, sotto la neve, per liberare il vialetto, lasciare la macchina accesa quel tre quarti d’ora buoni per scaldarla e togliere il ghiaccio, poi armarsi di coraggio e partire. Per non sapere mai quando arrivare.

Code e ritardi infiniti, nervi a fior di pelle, clacson incandescenti e tutto per due fiocchi di neve che gli rendono la vita “impossibile”, e impossibile giungere in orario e riposato in “quel posto” dove deve arrivare per forza.

E in tutto questo il disoccupato che fa? Se la sghignazza, ovviamente. E alla grande anche!

Spia gli status incazzosi su facebook e twitter, e i più bastardi replicano anche con qualche foto da sotto al piumino, o instagrammano sontuose colazioni a base di cioccolata calda e marshmallows che neanche in baita a Courma.

4. ebbene si, ecco la grande verità: il disoccupato ama la neve perchè, così come accadeva nei tempi antichi al carnevale, dove con una maschera e per qualche ora il mondo si rovesciava e il servo diventava padrone e il padrone servo, con la neve il mondo si rovescia e la vita di difficoltà insormontabili (o quasi) tocca ai “Fortunati” che hanno un lavoro e, per una volta, invece lascia in pace i poveracci.

L’equanimità della neve, che tutti livella, è quello che piace di più al disoccupato.

neve

ps. non me ne vogliano gli amici lavoratori che in questi giorni ho visto smadonnare… noi disoccupati si sa, abbiamo ben poche cose di cui sorridere e cerchiamo di trovare il lato ironico in tutte le cose. Soprattutto se, per una volta, i guai e le difficoltà toccano agli altri.

Annunci

11 thoughts on “Perchè i disoccupati amano la neve

    • Casoita questo mi spiace 😦 non volevo fare cattivo umorismo.. No guardo i tg quindi non sapevo che avesse anche causato danni cosi gravi. Ma cosa succede in questa italia dove basta un po di neve o pioggia che tutto va in tilt? (Ps. Ovviamente la mia ironia era rivolta a quelli che non smettono mai di lamentarsi per sciocchezze come il tempo, quando in realta chi ha problemi gravi sta ben zitto e spala, come si suol dire.. :(( )

      • già ma questo non è altro che il risultato dei tagli alle manutenzioni, che comportano risparmi anche di personale, solo per avere profitti più alti. Ma quello che davvero infastidisce per non dire altre parole censurabili sono l’arroganza dei politici. A Bologna l’assessore ai Lavori pubblici Malagoli in una intervista in questi giorni oscuri in tutti i sensi ha detto riporto con copia incolla “Io venerdì ho visto una persona che avrà avuto 80 anni e imprecava perché stava nevicando, e non riusciva a passare con il carretto della spesa: allora, è ovvio che se nevica da tre ore che Dio la manda, e hai 80 anni, a fare la spesa alle sei di mattina è meglio che non ci vai”. Senza nemmeno porsi la domanda perchè questa persona di 80 anni è uscita con un tempo simile per fare la spesa? Magari non ha nessuno oppure non è seguito dai servizi sociali sempre più privati e onerosi. Mah questa è l’italia (volutamente minuscola) che abbiamo

      • Volutamente ignobile aggiungerei. Ma certo fa pou svalpore puntare il dito e sputare sentenze piuttostoche informarsi, ammettere che c’e ben oiu di qualcosa che non va, o rimboccarsi le maniche per cercare di mettere le cose a posto.
        (Ed ecco spoegato perche non guardo i tg…)

  1. Ciao, sono una new entry nel mondo dei disoccupati, nel senso che lo sono da soli 8 giorni. Anche io ho provato un sollievo nel non dover affrontare i 25 km sotto la neve per andare a lavorare e ho pensato ai miei poveri colleghi, poveri solo per quel giorno però. Che dire, spero di non diventare povera io nei prossimi mesi. Per adesso sono ancora nella fase in cui mi dico che c’è speranza.
    Spero che il tempo non mi dimostri il contrario…

    • ciao… vorrei esordire con un “benvenuta nel club”, ma sono sempre un pò restia a farlo.. per quanto io non mi ci trovi male, tutto sommato (a voler sempre guardare il bicchiere mezzo pieno eh!) capisco che non tutti trovano la forza di restare positivi… peròò sai che ti dico? Che ti auguro invece di essere proprio una di quelle persone, di quelle che non si lasciano abbattere dalle piccole grandi difficoltà della vita (e di quelle che sanno “gioire” di un giorno di neve), perciò si: benvenuta nel club. Siamo tanti, siamo disperati, ma potremmo stare peggio (A volte)…

  2. Ciao! Il tuo blog e i tuoi post mi rispecchiano in pieno, non sarà che a un certo punto tutti noi disoccupati iniziamo a somigliarci??
    Credo di essere una disoccupata da sempre (è possibile?), nel senso che l’idea di avere un lavoro per più di tre mesi è una chimera (come spesso lo è anche l’idea di essere pagata).
    Tra l’altro qui da me quest’anno non è caduto neanche un fiocco di neve ma i lavoranti sono per la maggior parte sempre e comunque arrabbiati. Valli a capire! 🙂

  3. Oh, io ero felice della nevicata pure quando ero occupata! Vabè che qui a Roma capita di rado, ma tre anni fa ci rinchiuse tutti dentro casa per 4 giorni. Andavamo a fare la spesa a piedi e dovevamo PRENOTARE il pane manco fossimo in tempi di guerra. Pure la sede dove lavoravo chiuse per evitare dipendenti che presi dallo stakanovismo potessero andare a lavorare anzichè creare bellissimi pupazzi di neve!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...