Expo 2015 l’opportunità.. di una beffa (l’ennesima)

Dapprima, quando l’ho letto, non ci credevo.

Poi ho seguito il link che ho trovato sulla pagina Facebook di quelli che “il lavoro gratis anche no” (Nofreejobs)

…ed era tutto vero. tutto lì, dispiegato difronte alle mie fosche pupille (ma anche foscoliane, ste pupille, vista la joie de vivre cche mi ha messo addosso sta notizia..).

La presa per il culo estrema, 4.0, live per noi poveri disperati.

Ecco voi lo sapete che io per l’Expo 2015 già non è che ho un gran stima, no? Ma questa proprio non me l’aspettavo.

volontario-expo2015

 

Oh, che poi non vi senta più dire che i posti di lavoro all’Expo 2015 sono inesistenti eh. di posto ce n’è eccome!

Tutto anche bello organizzato in turni, shift, liste, etc. etc. C’è una mission, un programma, mica cotiche:

“Candidarsi significa mettere a disposizione 14/15 giorni per 5 ore e 30 minuti ogni giorno nel periodo che preferisci – fino ad esaurimento posti. Sarai impegnato nelle attività di accoglienza, supporto e informazione verso i visitatori e i partecipanti.”

Cioè.. fatemi capire. Si fa la hostess, la banconista, la signorina informazioni.

Roba che dieci anni fa in hotel almeno mi ci pagavano, e quindi scusatemi se no ci vedo questa grande opportunità.. sarà che sono miope!

E vabeh se è solo per 15 giorni, e ho tuttequeste grandi opportunità… ma ANCHE NO, e checchezz! (perdonate il francesismo, ma qui si parla di essere cittadini del mondo, ecco bene, io sono cittadina FRANCESE).

Ma no ma no aspettate! C’è un ritorno monetario dai… e io che già stavo a pensar male…

A tutti i Volontari garantiremo:

  • il Volunteer Kit (cappellino, divisa ecc.);
  • trasporto pubblico;
  • pasto giornaliero;
  • la copertura assicurativa;

E se completi il tuo primo periodo di servizio fino alla fine, ti regaliamo un Tablet così potrai continuare a rimanere nel network e in contatto con i tuoi nuovi amici!

 E va beh ma allora ditelo (e soprattutto dateci il modello del tablet che un Ipad mi serve proprio ma non c’ho il becco di un quattrino per andarmelo a comprare invece così, in cambio merce, ne possiamo parlare… in fondo che saranno mai 15 giorni di lavoro gratuito… sono anni che ce ne smazziamo di peggio!)

news-volontari-500320

Comunque, signori miei, io davvero non ho più parole (per fortuna vostra!), ma vi invito ad andare a leggere tutta la spatafiata molto social-eco-job-friendly oriented in merito alle meravigliose opportunità di crescita, carriera, coltivazione del proprio ego e blablabla al link diretto del volontering: http://volunteer.expo2015.org/it/diventa-volontario.html 

Una supercazzola coi controfiocchi, ve lo dico io, mai viste di così ben scritte.

Cose del tipo:

“Diventare un Volontario significa entrare a far parte di qualcosa di più grande.”

(e io che pensavo che invece significasse farsi qualcosa di più grandde, si, nu mazzo tanto ad esempio)

“Amicizia, esperienza e conoscenza, questi sono i valori sui quali poggia il nostro vero social network”.

(e si, perchè è il classico modo con cui ti chiedono di lavorare gratis, in amicizia…)

“E’ un’opportunità unica di partecipazione ad un Evento di portata internazionale nonché la possibilità di vivere attivamente il proprio status di cittadino del mondo”

(ma come “Cittadino del mondo”, se non esco manco a pagare fuoi da sta Milano??)

“Costituzione di una collettività virtuale che permetterà di mantenere viva e rendere coesa tale Comunità oltre a costituire una base di interazione «a rete» per i prossimi Grandi Eventi ospitati nel nostro paese e non”

(ok, mi sono persa a Costituzione, e non ho capito più una ceppa.)

competenze-volontario-expo2015

Ma una cosa ve la dico, cari miei, eh: la mia candidatura NON la mando.

Non per altro, ma ho paura di non essere abbastanza qualificata per disputarmi uno di questi privilegiatissssimi posti in prima fila per l’Expo 2015.. e poi come glielo dico al mio ego, che non m”hanno scelta manco per lavorare aggratis???

bimbo che piange

Annunci

12 thoughts on “Expo 2015 l’opportunità.. di una beffa (l’ennesima)

  1. Caio! Anzi, volevo dire ciao!
    Questo Expo è davvero una sciagura che mette in mostra l’italietta che un po’ tutti noi tristemente conosciamo: politica, mazzette (15! come i 15 mila che si sono passati nelle tasche ripresi dalle telecamere) e lavoro aggratis. Mi permetto di aggiungere qualcosa che un “addetto ai lavori” coglie al primo sguardo quando vede il progetto EXPO, che potevano benissimo chiamare EXTEMPORE: una specie di campo Rom, con tanto di tende, vele, veline e velette. Tutto molto Bio e molto sostenibile, tanta frutta e tanta fuffa a due passi dall’autostrada. I rendering che hanno fatto il giro del mondo, sono il chiaro esempio di quanto può apprendere uno stagista non retribuito facendosi qualche videotutorial. Non male, anzi tanto di cappello, ma si nota un po’ la mano inesperta. Povero stagista, qui tutti (cioè pochi) prenderanno una valanga di quattrini e tu non beccherai niente, e per giunta nessuno saprà mai chi sei. Per lo meno alla fine sarai in buona compagnia. Si cercano infatti altri volontari: le piramidi non le hanno forse costruite gli schiavi? Fa sorridere però che questo evento sia stato più volte definito una grande occasione di business, anche in virtù dei potenziali posti di lavoro. Lasciamo perdere poi la mascotte Foody: sembra che anche alla Disney qualcuno abbia fatto il “compitino”…
    Simone

    • Ma quanto hai ragione, che tristezza e che rabbia! E appunto i famigerati, favoleggiati, leggendari posti di lavoro che ci avrebbero dovuto salvare la vita (aspetta il 2015 e vedrai, dicevano) io ancora non li ho visti manco all’ombra.. Delle piramidi
      (E mi viene male ogni volta che passo vicino al castello e vedo quella roba innalzata di vetro e ferro, e mi dico aspetta ad agosto, vedrai che divertimento li sotto…)
      Bah

  2. Su adulti disorientati ho commentato questo aspetto “lavorativo”, mi piacerebbe che ci fosse opposizione intellettuale a questo volontariato ampia e argomentata,per quanto riguarda il Tablet risulta difficile dopo 15gg vedersi porre fra le mani un Ipad,sicuramente si avra’ un gadget da 50 euro.EXPO e’ un operazione commerciale senza filantropia.

    • concordo sulla considerazione in merito all’operazione commerciale senza scopo di filantropia… e rilancio osservando che però il reparto marketing di questa “grande opera(zione)” ne sta infilando una peggio dell’altra…

  3. Pingback: Expo 2015: una rassegna stampa di parte… ma anche NO | Giovane Carina e Disoccupata

  4. Sono andata all’expo con un biglietto regalato. Soltanto per vedere con i miei propri occhi. Da bambina leggevo sulle esposizioni universali e mi aspettavo qualcosa di unico, il meglio del pianeta. Ma no, sono molto delusa. È solo un furto.
    Cambiando tema, sai qualcosa sul ragazzo che faceva lo stagista dell’ONU che dormiva in tenda?

    • Pensa che io invece avevo il passaggio in macchina e il biglietto gratis ma non ho proprio trovato un briciolo di voglia di andarci… Non so nulla d ragazzo, ma googlero’ ..credo sia una storia interessante vero?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...