1 maggio: festa dei lavorat…ahahahahahahaaha! No.

E’ stato un periodo denso.

ozio

Di emozioni? Di “lavoro”? Di soddisfazioni? Di pensieri??

NO. No. Ni. Siiiii. (nell’esatto e preciso ordine)

Ma è stato anche e soprattutto un periodo denso di ponti e festività comandate che, immancabilmente, come ognuna di quelle occasioni che danno adito agli “occupati” prima di glorificare il beato giorno di fancazzismo a casa da lavoro e poi di lagnarsi e lamentarsi – ampiamente, senza freni nè un minimo di diignità – del doveroso rientro a lavoro, mettono la rogna addosso ad  ogni disoccupato che si rispetti.

E anche agli emi-occupati, semi-disoccupati, agli occupati male, a quelli a macchia di leopardo etc. (vedetevi qui tutte le casistiche ..del caso).

Insomma, le festività comandate ci danno la pecorra. Soprattutto quelle che hanno a che fare con…lo Stato.

Lo Stato padre-padrone, lo Stato-madre indegna, lo Stato e le sue autocelebrazioni.

C’è stata la Pasqua, e va beh, celebriamo. la resurrezione, la rinascita, le uova al cioccolato.. speriamo di fare la fine del primo caso (risorgere dopo 3 giorni/mesi/anni) e non del secondo (uova, romperci…etc.)

C’è stato il 25 aprile, festa della Liberazione.

Liberazione da che, dall’oppressore? Ma bene, molto bene bravi, abbiamo studiato la lezioncina di storia. E si, tutti partigiani, tutti a dargli contro ai fascisti, hm hm molto politically correct la rievocazione storica. Soprattutto quella di chi, animato di fervore patriottico, fa grandi e bei discorsi.. ma è nato due generazioni dopo il fatto.

E già qui la mia voglia di festeggiamenti e patriottismo si è, come dire, ritirata come le gonadi ad un tuffo in un lago ghiacciato.

Se poi ci aggiungiamo che non ho fatto parte degli “oltre 5 milioni di italiani in viaggio per il ponte” (questo così come i prossimi o i precedenti) capirete perchè ho la carogna addosso. E’ la mancanza di sonno, e di svaghi. Ci abbrutisce.

1-maggio-2012-festa-dei-lavoratori1

Ma comunque, andiamo avanti: domani è il 1 maggio. Festa dei lavorator..ahahahahahaha

Scusate, l’allegria alle volte mi prende così, fra il lusco e il brusco.

E ormai non riesco più a pronunciare la parola “lavor..ahahaha” vedete? non ce la faccio proprio. dio gli benedica, la parola Lavor..ahahah mi mette sempre addosso un livor.. pardon, un’allegria irrefrenabile.

E menomale, dico io, menomale!

Comunque dicevo, domani è il 1 maggio. Festinemus! Lavoratori di tutto il mondo.. c’è anche il ponte poi! (che, non vorrete mica tornare in miniera e rovinare così un perfetto venerdì di ponte, no? uno in cui altri 5 milioni e più di italiani potranno transumare in qualche località di villeggiatura e dimenticare per qualche giorno le proprie disgrazie lavorative? giammai! )

grumpy-no

 

Quindi, ricapitolando i consigli per le prossime festività: 

1. Se siete occupati, non lamentatevi. Statevene a casa zitti e buoni quando potete, piantatela di scassare quando avete il privilegio (si, privilegio. retribuito. contribuito.) di andare a lavorare. Lamentatevene in famiglia e poi bon, zitti e mosca.

Lo dico per voi, non vi conviene: ormai per come siamo messi ci sono più disoccupati che ciottoli nei nostri pavè. Rischiate di tirare un sasso e colpire tre disoccupati, per la strada. E abbiamo un ego molto abbattuto e un amor proprio molto bistrattato… alcuni di noi non attendono che una piccola, minima, infinitesimale, irrintracciabile occasione per attaccare con la lite esfograsi perciò.. non offriteci l’appiglio. cortesemente.

Che abbiate un lavoro – di cui lamentarvi – è già abbastanza offensivo.

Che abbiate le fette si salame sugli occhi, è sciocco da parte vostra: dovete avere il fondoschiena ben parato (ma bene bene proprio) perchè in questi mesi, anni, non vi abbia sfiorato il dubbio che domani possa toccare a voi, di scavalcare la barricata.

2. E se siete disoccupati, invece, riditemelo… ma cosa diavolo state festeggiando??

3. e poi fra un mese c’è il 2 Giugnofesta della Repubblica

articolo-1

quella stessa Repubblica democratica, fondata sul lavor..ahahahaha ecco che mi riprende ahahaahh non riesco più a smettere.

lavoro

Annunci

20 thoughts on “1 maggio: festa dei lavorat…ahahahahahahaaha! No.

  1. Io, ormai, non ricordo nemmeno più cosa sia il lavoro.
    Se dovessero assumermi dovrei iniziare dal part-time da quanto poco sono abituato 😀

  2. Grande post! Mi hai fatto morire dal ridere. Ma se ti dovessero offrire un lavoro non scriveresti più così? Mi auguro che non succeda mai allora. Scherzo ovviamente 😀
    Intanto per la nostra gioia continua pure questa tua “Cronaca e guida di sopravvivenza del disoccupato 2.0”!
    Simone

    • guarda non saprei.. è un dubbio che ho.
      per questo per il momento (da brava choosy con la puzza sotto al naso) mi attengo a collaborazioni sparse, lavori rigorosamente da casa, consulenze di varia natura (tutte oneste, eh!) e compagnia bella ahahah!
      almeno non morirò di lavoro ..e la mia vena creativa è più tutelata che la cincia allegra in un parco della Lipu…!

      • Sai, molti al posto tuo si definirebbero freelance. Free abbiamo capito tutti che vuol dire libero. Magari libero dal lavoro continuativo e per una sola persona. In Italia significa disoccupato a macchia di leopardo, come giustamente dici tu 😀
        Simone

      • eh già.. non è il free che ci frega.. è sempre il lance.
        😦
        ps. il tuo blog è fichissimo e mi spiace averlo scoperto solo ora. sono una drogata di design!

      • ti stalkero anche sui social, non ti preoccupare 😀 buone feste ate.. è un bene che da me piova, cosìì mi coltivo il malumore ahaha

    • Beaaata! E non hai neanche un amico di Facebook italiano che si sta ancora lamentando perché ha dovuto lavorare ieri? (Negozi e centro commerciali erano aperti.. Come lo sono sempre bar, hotel etc. Ma la gente che ci lavora chissà come mai, si lamenta sempre delle feste.. Che rabbia mi fanno!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...