Liebster Blog Awards

liebsterblogaward

La vita è fatta di prime volte, a quanto pare. E io ieri ho ricevuto la mia prima nomination per un “premio” che mi riempie di gioia come quando ho ricevuto il mio primo like sul blog appena aperto (da meno di un’ora, in effetti).

Autore anche in quel caso del “riconoscimento” è stata Gioacchina di La disoccupazione ingegna, che da quel giorno è stata fonte, di risate, buoni consigli e scambio di opinioni, veramente preziosa.

Si dice che la prima volta non si scorda mai, e che non ci son più le vecchie stagioni, e che i sogni son desideri… beh insomma, questa nomination mi rende felice, perché significa che non sono sola, in quest’universo, e questo pensiero mi consola, rispondendo anche alla domanda 1 postatami da Valeria (le tue risposte sono sotto, cara!).

Ma andiamo con ordine.

Indagando un po’ ho scoperto che il Liebster Blog Awards è un po’ come una catena di Sant’Antonio, ma che invece di augurare sciagure se non inoltri il messaggio entro 4 secondi ad almeno 100 amici (o un numero compreso fra quelli che non avrai mai nemmeno in 5 vite, e l’infinito), ti permette di ricevere un virtuale attestato di stima da chi ti segue, e far girare la ruota della comunicazione virtuosa, nominando a tua volta i blog che segui con particolare gusto.

Insomma: nomino io che nomini tu, intanto ci si conosce. E mi piace da matti che questo sia un post per blog “poverelli”, e cioè quelli che ancora non hanno raggiunto i 200 followers. Me lo rende simpatico, giustiziere (come Zorro) ed equanime.

La “regolologia”, però, cambia di post in post, perciò io non so a che regole attenermi.. ma siccome 11 blog preferiti purtroppo ancora non ce li ho, e siccome ritengo che in medias (res) veritas (come in vino del resto), facciamo le mie regole:

  • copiare l’immagine del premio all’interno del post
  • citare il blog che ti ha menzionato fra i preferiti
  • scegliere i 5 blog meritevoli con meno di 200 iscritti
  • avvisare i blog premiati con un commento nei loro blog.
  • Rispondere alle 11 domande che ti ha posto chi ti ha menzionato (eredito la regola di La Disoccupazione Ingegna)
  • Scrivere 11 cose di te
  • Rivolgere 11 domande ai blog che voglio menzionare io per il premio

11 cose su di me:

  1. Non amo i dualismi: bianco o nero, testa o croce.. per me il mondo è fatto di tante cose, perché scegliere?
  2. Ho un cane, un gatto e un coniglio, ma…
  3. Amo la mia gatta come se fosse parte di me, la mia famiglia, sorella figlia, carne della mia carne e sangue del mio sangue. Sarò esagerata, ma è così. Lei mi salva.
  4. Non so resistere di fronte a un piatto con guazzetto di funghi, il purè oppure una torta con le mele. Se li vedo, devono essere miei.
  5. Sono figlia unica e sto bene così. Non ho mai desiderato fratelli o sorelle.
  6. Leggo come se respirassi, a volte troppo in fretta, se il libro mi prende e voglio arrivare alla fine. Allora leggo in inglese, perché così il libro mi dura due giorni in più.
  7.  Colleziono immagini. Ne ho archivi digitali interi, e quando ne vedo una la devo “avere” (o pinnare, o condividere, o postare…)
  8. Credo nel Dio delle Piccole Cose. Non me ne servono di grandi, per essere felice, mi bastano le piccole cose quotidiane, che ancora mi sorprendano, che io possa goderne.
  9. Riguardo almeno una volta al mese i miei film preferiti, e rileggo almeno una volta al mese i miei libri preferiti. Mi sono cari come amici dell’infanzia, e on li abbandonerei mai. Al massimo, posso trovare nuovi amici per far loro compagnia.
  10. Quando sono triste, faccio il cambio armadio delle scarpe, o degli abiti. Li passo in rassegna, li provo e riprovo.. e il morale torna sul sereno.
  11. L’ora che preferisco è il crepuscolo, quando il sole è sotto l’orizzonte ma c’è ancora quella luce che si trattiene, ancora un istante, prima di essere sera. Per me è come se ci fosse una musica, bassa e costante, appena udibile nell’aria, che canta solo per me a quell’ora. E il luogo dove amo di più stare a quell’ora, è per la strada, nella mia città: naso all’insù oltre palazzi e grattacieli, a godermi lo spettacolo, a respirarne il profumo.

11 domande scelte per me:

  1. Perché hai aperto il blog? – perché ero stanca di vergognarmi per una situazione in cui mi trovo e che non è “una colpa”, e perché ero stanca di parlare solo con persone che non “potevano” capire come mi sentivo, quello che pensavo, quello che dicevo
  2. Tramonto o alba? – tramonto, quando il mondo sembra rallentare tutto d’un tratto e, se ti metti ad ascoltarlo, ti sussurra i suoi segreti
  3. Se potessi toglierti uno sfizio, quale sarebbe? – un viaggio, lungo più che si può, magari lungo una vita
  4. Libro preferito? – uno?? Almeno tre, dai: Via col Vento, Orgoglio e Pregiudizio, L’Ospite.
  5. Quale è il personaggio dei cartoni animati che hai amato alla follia quando eri piccolo? – Candy Candy, Sailor Moon e Creamy… scegliere è dura quindi non lo farò.
  6. Toglietemi tutto ma non – La mia famiglia, la mia gatta, il cibo quotidiano. Sono a un punto della vita in cui mi hanno tolto la dignità, che dicono sia tutto, ma ho imparato a sopravvivere lo stesso, perciò forse posso affermare che nulla è veramente indispensabile, tranne ciò che ti tiene sano di testa (la famiglia, la mia gatta) e di corpo (il cibo quotidiano, appunto).
  7. Sei blog dipendente? – No, però mi diverte scrivere, sono piena di idee e vorrei far sorridere qualcun altro alla loro musica.
  8. Campeggio o hotel? – se il campeggio è in riva al mare, campeggio. O capanna, o anche solo sacco a pelo. Purché in riva la caldo mare.
  9. Da piccola volevi diventare una  – gruista. Si, ero innamorata delle gru, e allora?
  10. Da grande vuoi diventare – ricca. A esser povera ho già provato. Ma forse anche l’idea della gruista non era male, magari adesso avrei un lavoro.
  11. Se potessi cambiare qualcosa cosa cambieresti??? – nulla: sono fiera di ogni scelta che ho fatto, e non rimpiango nulla, però forse tornerei indietro per dirmi di non preoccuparmi così tanto…che le cose brutte sarebbero arrivate, ma dopo.

Le mie 5 nomination per i blog più spiritosi, divertenti, saggi e favolosi sono:

  1. Gioacchina – La disoccupazione ingegna (http://ladisoccupazioneingegna.wordpress.com)
  2. Farovale – hearts on Heart (http://farovale.wordpress.com)
  3. Vita da pendolare (http://vitadapendolare.wordpress.com)
  4. Il diario della disoccupazione (http://blogdelladisoccupazione.wordpress.com)
  5. Zuzimat – Una serie di Numeri (http://121212ad.wordpress.com)

E queste sono le 11 domande per voi:

  1. Perché hai aperto il blog?
  2. Tramonto o alba?
  3. Se potessi toglierti uno sfizio, quale sarebbe?
  4. Libro preferito?
  5. Qual è il personaggio dei cartoni animati che hai amato alla follia quando eri piccolo?
  6. Da piccolo volevi diventare un………………
  7. Da grande vuoi diventare………………………….
  8. Per te un posto è “casa” quando….?
  9. Il luogo più bello in cui sei mai stato?
  10. Hai un sogno ricorrente? Se si quale?
  11. Collezioni…?
Annunci

8 thoughts on “Liebster Blog Awards

  1. Pingback: Liebster 2 « una serie di numeri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...