La disoccupazione è una stalker impietoso

La disoccupazione è una stalker impietoso

In questi giorni sto leggendo un libro dove la protagonista è vittima di uno stalker impietoso e violento. Al di là della  trama a tratti prevedibile (nulla di aulico, è solo l’ultimo libro di Nicholas Sparks), ad un certo punto i comportamenti e la psicologia dello stalker che vengono descritti in alcuni passi mi hanno … Continua a leggere

L’annuncio del disoccupato… che cerca datore di lavoro

L’annuncio del disoccupato… che cerca datore di lavoro

4 anni e passa di disoccupazione, malaoccupazione, stranoccupazione, circoccupazione e occupazione a targhe alterne… 4 anni e passa, e sentirseli tutti sulle spalle, nella testa, nella pancia e negli occhi. Si, negli occhi. Soprattutto quando ti cascano sull’ennesimo annuncio di lavoro. Di quelli che “AAA persone di buona volontà, serie, dedicate, giovani e motivate, neolaureate … Continua a leggere

Il poraccismo è una malattia tutt’altro che rara

Il poraccismo è una malattia tutt’altro che rara

Non passa giorno che la gente (o meglio #laggente) non mi lasci perplessa, o addirittura completamente basita, di fronte alla propria cattiveria, stupidità, o a un mix vario e assolutamente letale delle due cose. E forse c’è il seme della stupidità anche in me (e forse ha già germogliato ed è cresciuta una bella pianticella), … Continua a leggere

Il lieto fine…

Il lieto fine…

Ho sempre pensato che i cartoni animati della Disney mi avevano rovinato la vita, creando tutta quella serie di aspettative, decisamente irreali e irrealizzabili, a proposito del principe azzurro che un giorno sarebbe arrivato su un cavallo bianco e… vabeh, il finale della storia lo conoscete. Ora mi accorgo che il danno è ben più … Continua a leggere

Ogni promessa è debito…

Ogni promessa è debito…

Ogni promessa è debito, ma se passo a riscuotere son czzi acidi per qualcuno. Riflettevo oggi sulle tante, troppe promesse che mi sono state fatte, al tempo della disoccupazione. Fin dagli albori, dagli inizi di questa “fantastica” avventura, infatti, il mio percorso è stato costellato di incontri, più o meno fortuiti. La gran parte della … Continua a leggere

E tu come stai?

E tu come stai?

Per un lungo periodo, giorni, mesi, e poi anni, a ripetizione ciclica, la gente mi ha posto la fatidica domanda: e tu, come stai? Incrociandomi per caso per strada o venendo a cercarmi sui social, su whatsapp, sul messenger e coi messaggi, quando volontariamente ho cambiato le mie abitudini, i percorsi, proprio per non incontrare … Continua a leggere

Analisi del 2015

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Ecco un estratto: La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 55.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 20 spettacoli con tutto esaurito … Continua a leggere

I nuovi poveri, sono più poveri a Natale

I nuovi poveri, sono più poveri a Natale

La fine dell’anno dovrebbe essere un momento di magici festeggiamenti e allegre ricorrenze: sant’Ambrogio (per noi milanesi) e l’Immacolata, il Natale, il Capodanno e poi la Befana, son mica roba da poco. Chi può, ci infila cene e cenoni, pranzi e festicciole, chi non può… si deprime. Perché la fine dell’anno, come tutte le “fini” … Continua a leggere

Ci risiamo (oops, you did it, AGAIN??)

Ci risiamo (oops, you did it, AGAIN??)

Ci risiamo. Fra un mese è Natale. No, non fraintendetemi: questo non è il solito post “oddio-che-palle-fra-poco-è-natale”. Io amo il Natale, l’ho sempre amato, sempre lo amerò, anche se ultimamente è velato di tristezza, malinconia, e una certa dose di ansia. Ma il giorno di Natale, in sé, con tutto quello che rappresenta, per me … Continua a leggere