E tu come stai?

E tu come stai?

Per un lungo periodo, giorni, mesi, e poi anni, a ripetizione ciclica, la gente mi ha posto la fatidica domanda: e tu, come stai? Incrociandomi per caso per strada o venendo a cercarmi sui social, su whatsapp, sul messenger e coi messaggi, quando volontariamente ho cambiato le mie abitudini, i percorsi, proprio per non incontrare … Continua a leggere

Analisi del 2015

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Ecco un estratto: La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 55.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 20 spettacoli con tutto esaurito … Continua a leggere

I nuovi poveri, sono più poveri a Natale

I nuovi poveri, sono più poveri a Natale

La fine dell’anno dovrebbe essere un momento di magici festeggiamenti e allegre ricorrenze: sant’Ambrogio (per noi milanesi) e l’Immacolata, il Natale, il Capodanno e poi la Befana, son mica roba da poco. Chi può, ci infila cene e cenoni, pranzi e festicciole, chi non può… si deprime. Perché la fine dell’anno, come tutte le “fini” … Continua a leggere

Ci risiamo (oops, you did it, AGAIN??)

Ci risiamo (oops, you did it, AGAIN??)

Ci risiamo. Fra un mese è Natale. No, non fraintendetemi: questo non è il solito post “oddio-che-palle-fra-poco-è-natale”. Io amo il Natale, l’ho sempre amato, sempre lo amerò, anche se ultimamente è velato di tristezza, malinconia, e una certa dose di ansia. Ma il giorno di Natale, in sé, con tutto quello che rappresenta, per me … Continua a leggere

Lo spettro della disoccupazione

Lo spettro della disoccupazione

Lo spettro della disoccupazione, non ti molla mai. Una volta che si è introdotto in casa tua, non ti molla più, davvero. Non ci si aggira sferragliando catene, eh, intendiamoci, ma a passo felpato per i corridoi di casa, lanciando solo un urlo agghiacciante ogni tanto, quando solo tu lo puoi sentire. Lo spettro della … Continua a leggere

Il cambio armadio..si fa anche coi cv

Il cambio armadio..si fa anche coi cv

Eccome se si fa! Avete mai provato ad iscrivervi in una di quelle noiosissime piattaforme di “ricerca lavoro” (che poi sono poco altro che la solita select di job posting fuffa, che quando scrivi per candidarti ti risponde soltanto l’eco della tua stessa risata…)? Quelli che ogni 3 settimane ti mandano una email inutile per … Continua a leggere

Mamma son tanto infelice perchè ritorno da te…

Mamma son tanto infelice perchè ritorno da te…

Sempre più spesso, e da anni ormai, mi capita di leggere articoli o sentire le solite interviste che “lamentano” il ritorno a casa, con la coda fra le gambe, dei figlioli prodighi d’Italia. Mammoni, li chiamano. Incapaci di farsi una vita fuori dal nido, tornano “alla prima difficoltà” a farsi proteggere, e mantenere, dai genitori. … Continua a leggere

Choosy, picky, vizy

Choosy, picky, vizy

Ultimamente una delle cose che mi riescono più difficili è far capire al mondo del lavoro alcuni concetti. Concetti base, che solo dieci anni fa venivano dati per scontati e facevano parte del vocabolario di ciascun lavoratore e datore di lavoro, ma che ora sembrano misteriosamente scomparsi. Come se non fossero mai esistiti. Etica, ad … Continua a leggere

Quel sottile strisciante senso di inadeguatezza

Quel sottile strisciante senso di inadeguatezza

Alle volte mi viene da pensare di essermi sentita inadeguata per tutta una vita. Non scherzo, per tutta una vita, almeno da dopo la prima infanzia. In adeguata nel mio corpo, nella mia pelle, nei miei vestiti. Inadeguata nei miei pensieri, e quindi nelle amicizie, nei rapporti con gli altri e nelle interazioni con la … Continua a leggere